Logo saveriani - Italia
Dove ci sono i religiosi, c'è gioia!

Dove ci sono i religiosi, c'è gioia!

29 Settembre 2017

Il compleanno è sempre una bell'opportunità per celebrare la vita di qualcuno e in particolare quando si tratta di una vita speciale, donata agli altri, come quella di Ilaria: una donna, laica consacrata nella “Piccola Comunità Apostolica” di Parma.

Durante la serata, oltre alla buonissima cena che le sorelle ci hanno offerto, ci siamo anche divertiti con un momento di animazione, preparato dalla nostra comunità dello Studentato.

compleanno ilaria 1

Abbiamo potuto condividere una serata di fraternità, di festa e di scambio, che ci ha portati ad iniziare un sogno che era già di p. Luigi Menegazzo (nostro ex-superiore generale) che era molto legato a questa fraternità. Le sorelle infatti ci hanno mostrato alcuni regali che il nostro già superiore gli aveva portato dalle missioni che aveva visitato durante il suo mandato. Inoltre Ilaria ci ha anche confidato che lui stesso ricordava alle nostre comunità: “voi siete membri di una stessa famiglia”, come per invitare a costruire una relazione più significativa con i Saveriani.

Infatti il carisma proprio della Piccola Comunità è quello di stare vicino ai sacerdoti (e ai futuri sacerdoti), accompagnandoli nel loro cammino, essendo come Maria affianco a Gesù nel cammino della Sua vita.

Una cosa che mi ha particolarmente colpito è stata entrando nella stanza di Ilaria (non la festeggiata ma un’altra componente della comunità), di trovare appesa alla parete alle spalle del suo letto, una cartina del mondo, con su scritti i nomi di tutte le persone per cui lei prega ogni giorno. Un invito per tutti a ricordarsi che non siamo soli in questo cammino della vita ma che ogni giorno camminiamo insieme verso la realizzazione del Regno di Dio e che ognuno di noi è importante per realizzare questo progetto.

Insomma quello che abbiamo potuto sperimentare, sono le stesse parole di Papa Francesco, in occasione dell’anno della vita consacrata: “Dove ci sono i religiosi, lì c’è gioia!” ed è sicuramente questo il segno più bello che possiamo continuare a regalare al mondo: “Non lasciamoci rubare la gioia del Vangelo!” (Cfr. EG 83).

Condividi

Social

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.