Logo saveriani - Italia

Donazioni

logo associazione Missionari Saveriani

Ce lo dicono tutti, quasi a prenderci in giro: "Finalmente, ce l'avete fatta anche voi saveriani a fare quella benedetta «Onlus» che già da vari anni tutti gli istituti missionari hanno. Siete gli ultimi...!". È vero, siamo gli ultimi a.… cedere a questa tentazione. Un cedimento legittimo e atteso. Abbiamo ritardato tanto soprattutto perché non vogliamo dare la triste impressione di cercare soldi, di battere cassa...

Ma c'è anche un diritto dei cittadini da rispettare: quello di seguire le opportunità consentite dalla legge: fare buon uso del 5 per mille e detrarre una parte dell'imponibile di tasse per destinarlo a opere di bene, secondo l'intenzione di tanti amici e amiche, che ci seguono con affettuosa generosità. Dopo tutto, queste opportunità non sono per noi missionari, ma per le attività che i missionari svolgono a beneficio di tante popolazioni che vivono nel bisogno: sono una testimonianza tangibile dell'amore di Dio, della carità cristiana, della verità del vangelo. Gratuitamente riceviamo e gratuitamente doniamo, come ci invita a fare l'apostolo Paolo. È solo un "passa mano".

Nome e obiettivi

"Associazione Missionari Saveriani Onlus", approvata il 13 dicembre 2011, con il Codice Fiscale 92166010345. Ha esclusivamente finalità di solidarietà sociale a favore delle popolazioni povere nei vari paesi del mondo dove lavorano i missionari saveriani. L'associazione quindi, ispirandosi al fondatore san Guido Conforti, svolge attività di sostegno e aiuto, per alleviare le sofferenze e offrire possibilità di uno sviluppo dignitoso.
Nel realizzare questi obiettivi, l'Associazione promuove alcuni progetti di solidarietà e sostegno, nei settori della sanità, istruzione, formazione, cooperazione, tutela dei diritti civili, sensibilizzazione, animazione e cultura missionaria. I progetti sono formulati in base alle esigenze e alle richieste che provengono dai missionari e dalle missionarie, con l'approvazione dei superiori religiosi della zona, a garanzia di serietà e corresponsabilità.

Modi per sostenere

La qualifica di "Onlus" offre la possibilità a chi contribuisce di recuperare in tutto o in parte quanto donato tramite la dichiarazione dei redditi, nei limiti della legge in vigore. Per usufruire delle agevolazioni, è necessario conservare la ricevuta delle donazioni effettuate a favore dell'Associazione.
Pertanto, i cittadini godono dei benefici fiscali per le donazioni fatte all'Associazione e possono detrarre dall'Irpef il 19% dell'importo donato, fino al massimo di 2.065,83 euro. Le aziende possono dedurre le donazioni per un importo fino al 2% del reddito d'impresa dichiarato; possono dedurre le donazioni effettuate dal reddito fino al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro l'anno.
La Onlus può essere destinataria del 5 x mille dell'Irpef nei moduli per la dichiarazione dei redditi (CUD, 730 e modello UNICO per le persone fisiche).

Come donare?

• Con Bollettino Postale n. 1004361281, intestato a "Associazione Missionari Saveriani Onlus" (Viale San Martino 8, / 43.123 Parma).
• Con Bonifico Bancario a “Procura delle Missioni Saveriane”, sulle coordinate IBAN – IT86 P062 3012 7060 0007 2443 526
• Con Assegno Bancario non trasferibile, intestato a "Associazione Missionari Saveriani Onlus" (Viale San Martino 8, / 43.123 Parma).
• Destinando il 5 per Mille, sul Codice Fiscale: 92166010345

Ci permettiamo di ricordare alcuni PUNTI IMPORTANTI affinché le Vostre offerte che transitano nel C/C dell’Associazione ONLUS possano usufruire dei benefici fiscali.

CAUSALE: è necessario che la causale del bonifico (nello spazio riservato “Elargizione Liberale”) sia in sintonia con i fini della Onlus. Quindi deve:
• o riportare i riferimenti precisi del progetto pubblicato su “Missionari Saveriani”;
• o, e in ogni caso, riportare una motivazione atta a soccorrere una situazione di svantaggio sociale, o promuovere iniziative culturali o di evangelizzazione. (Es: “Per i bambini poveri di Padre X”, “Per la scuola della missione Y” …).

Ricordiamo che offerte personali (per la cura della persona) ad un Missionario/a non sono deducibili fiscalmente dal benefattore. Esempio: la causale di un’offerta “per il Padre “X” o Y” non è deducibile.

Lo è invece un’offerta destinata ad un progetto specifico promosso dal “Padre “X” o “Y” (animazione, costruzione, scuola, buoni pasto, stampa di Bibbie, incontri formativi …).

Il bollettino postale che arriva senza un preciso riferimento ad un determinato progetto, o causale coerente con i fini della Onlus purtroppo, non è deducibile.

Ed infine sottolineiamo la necessità di compilare CON ESATTEZZA i seguenti campi: “Eseguito da”, “Via/Piazza”, “CAP” e “Località”.

Scritto il 12 dicembre 2016.

Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la privacy, copyright & cookies policy
Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.