Logo saveriani - Italia

FRANCESCO / DESIDERIO DI VANGELO

FRANCESCO / DESIDERIO DI VANGELO

  • Contenuto : Free
Google Plus

Si sprecano i libri e gli editoriali per fare un bilancio dei primi cinque anni del pontificato di Bergoglio. C’è chi lo critica aspramente e chi lo esalta, chi si schiera entusiasticamente dalla sua parte e chi lo detesta, chi manifesta speranza nella sua coraggiosa spinta profetica e chi ne traccia un profilo deludente, chi parla di “rivoluzione mancata” e chi di “rivoluzione copernicana” della misericordia che implica ripensare il senso di tutte le verità e norme di vita cristiana. Nei piani alti della Chiesa, ci si divide tra bergogliani e ratzingeriani, non risparmiando aggettivi per definire il papa argentino: desacralizzante, progressista, comunista, peronista, eretico, scismatico e populista. I giudizi sono diventati di anno in anno più pesanti. Si è arrivati perfino a dire che “papa Francesco sarebbe solo un uomo pratico privo di particolare formazione teologica o filosofica”. Anche per questo un gruppo di 11 teologi, di fama internazionale, si è impegnato a chiarire le basi teologiche fondamentali del pensiero di Francesco, attraverso la collana “La teologia di papa Francesco”, dimostrando che tutte le questioni sollevate dal papa argentino sono di grande rilevanza per il cristianesimo e la sua presenza nella storia.

In ogni modo, etichettare questo papa come privo o invece provvisto di formazione teologica o filosofica, è restare ancora prigionieri di un dibattitto tutto interno al palazzo, incomprensibile ai più, alla maggioranza dei cattolici, ma anche a tutta quella gente – oltre il cattolicesimo e il cristianesimo – che si è resa conto che Francesco è un papa autentico, la voce di minoranze escluse e di popoli oppressi, un vero leader morale globale. Per fare un bilancio di questi cinque anni di pontificato è, sì, importante riscattarne l’impianto teologico, ma soprattutto l’ispirazione radicalmente ed esplicitamente evangelica. Non bastano 11 teologi per convincere i denigratori di Francesco. A loro volta questi ultimi potrebbero esibirne altrettanti che suonano una musica contraria, in un gioco interminabile tra “progressisti” e “conservatori”, senza vinti e vincitori.

Il segreto di questi primi cinque anni di pontificato è un altro: il desiderio di Vangelo che Francesco ha risvegliato fin da subito nella Chiesa e nella società. Una nostalgia del Vangelo vissuto. Un profondo desiderio di tornare alle radici evangeliche della vita cristiana, come del resto indica il suo nome, Francesco. Il processo di riforma, inaugurato cinque anni fa, è spirituale, culturale, prima che strutturale. Esso esige un cambiamento di mentalità all’interno della Chiesa, perché sia una “Chiesa povera per i poveri”, “in uscita”, con “pastori che odorano di pecora”. È dalla riforma spirituale che dipende quella strutturale – anche della curia romana – e non viceversa. Questo processo è continuo, impiega generazioni, anzi non è mai compiuto.

Il desiderio di Vangelo, che ogni giorno papa Francesco risveglia in chi lo incontra, si coniuga pastoralmente con il suo sogno di “una scelta missionaria” della Chiesa “capace di trasformare ogni cosa”. Da non intendersi come mobilitazione culturale per arginare le derive spirituali della modernità o della postmodernità, ma come una proposta di cambiamento radicale, che sconvolge mentalità e abitudini, provoca resistenze e opposizioni all’interno della stessa gerarchia. Francesco ha riaperto il cantiere pastorale-missionario del Concilio, troppo frettolosamente chiuso. Tutti sono chiamati a lavorarvi, popolo e pastori, teologi e missionari, donne e uomini, non come padroni ma come strumenti dello Spirito.

Per abbonarsi a MissioneOggi

OnLine

€20,00

  • IN TUTTO IL MONDO
  • 1 anno
  • Versione Cartacea
  • Versione Digitale/OnLine
  • Archivio Digitale

Cartaceo + OnLine

€35,00

  • IN ITALIA
  • 1 anno
  • Versione Cartacea
  • Versione Digitale/OnLine
  • Archivio digitale

Sostenitore

€50,00

  • IN ITALIA
  • 1 anno
  • Versione Cartacea
  • Versione Digitale/Online
  • Archivio Digitale
  • Banning Poverty 2018
  • Banche armate
  • Campagna Stop TTIP
  • Campagna italiana contro le mine
  • Editrice Missionaria Italiana
  • Nigrizia
  • Mosaico di pace

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.