Logo saveriani - Italia

La scuola “P. Manzotti”, cantiere d’umanità

La scuola “P. Manzotti”, cantiere d’umanità
Google Plus

Ho letto con grande interesse l’articolo, pubblicato su MS (aprile 2018, pagina 3), dal titolo “È nata la scuola ‘Père Tonino Manzotti’ - L’inaugurazione a Panzi con l’aiuto di tanti reggiani” di Calzari e Moretto. Anch’io ho toccato con mano la loro grande generosità. In più, vorrei ricordare il lavoro di chi in concreto ha tirato su i muri, è andato a cercare e ha portato da lontano, spesso a spalle, sabbia, acqua, cemento, di chi ha animato e mobilitato tutta la popolazione a questo immenso e perseverante formicaio di volontariato, di chi ha ridisegnato l’opera sul posto, programmando tutto nei dettagli, guidando, giorno dopo giorno, i lavori, come capomastro, direttore del cantiere, geometra-ingegnere. Mi riferisco in particolare al saveriano fratel Gaetano Raumer, anima indomita che, con la sua competenza, capacità di organizzazione e dedizione enorme, ha dato “corpo” reale al complesso scolastico “P. Tonino Manzotti”, nell’immensa periferia sud di Bukavu, in Congo RD.
Si può ben dire, quindi, che l’opera è stato un frammento dell’incontro solidale del dare e dell’avere, della vera fraternità universale, segno e annuncio del Mondo Nuovo, in piena, inarrestabile costruzione nel cantiere dell’umanità!
                                                                                                  p. Antonio Trettel, sx - Bukavu, Congo RD

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.