Logo saveriani - Italia

La giornata missionaria presbiterale ad Ancona

La giornata missionaria presbiterale ad Ancona
Google Plus

Il 3 dicembre (San Francesco Saverio) si celebra la Giornata missionaria presbiterale. Il nuovo arcivescovo, i preti della diocesi di Ancona-Osimo e alcuni preti e religiosi di Macerata, Fermo e Iesi, hanno partecipato a un incontro nella casa dei saveriani in Strada del Castellano 40.

Il Signore Gesù inviò gli apostoli ad evangelizzare tutti i popoli e il suo sangue fu sparso per noi e per tutti. La Pontificia Unione Missionaria e il decreto del Concilio Ad gentes (38 e 39) ricordano ai vescovi e ai presbiteri che essi sono consacrati non solo per una diocesi o parrocchia, ma per tutto il mondo. Anche papa Francesco desidera una Chiesa “in uscita”. Ogni cristiano è chiamato a essere “discepolo e missionario”.

Erano presenti circa cinquanta presbiteri. Dopo un momento di accoglienza, è stata celebrata l’Eucarestia, presieduta dal nuovo arcivescovo mons. Angelo Spina e concelebrata dai saveriani e dai presbiteri presenti. L’arcivescovo ha mostrato il mappamondo situato sotto l’altare, ha ringraziato per lo spirito missionario che i saveriani trasmettono nelle parrocchie. Ha elogiato la disponibilità con cui essi aiutano nella pastorale, l’ospitalità che offrono ai vari gruppi parrocchiali, colorata da qualche testimonianza.

Mostrando lo stesso entusiasmo missionario di S. Francesco Saverio, ha esortato i presbiteri a coinvolgere i propri parrocchiani nell’amore alle missioni. Ciò avviene anche chiamando i saveriani a dare una testimonianza, in occasione di una giornata missionaria.

Dopo l’Eucarestia ci siamo chiesti cosa, come missionari, possiamo fare nella nostra realtà. Per esempio, celebrare la Messa nella lingua di qualche gruppo di profughi; aiutare nella preparazione di adulti (stranieri e italiani) ai sacramenti del battesimo, cresima ed Eucarestia; svolgere incontri che abbiano affinità con la missione, insieme alla Caritas, nella catechesi di adulti, nei gruppi di famiglie, nella pastorale vocazionale. Infine, abbiamo pranzato tutti insieme, ricevendo in dono un’agenda missionaria e liturgica.

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.