Logo saveriani - Italia

Il condominio col Bambinello

Il condominio col Bambinello
Google Plus
Pinterest

Nel parco dei saveriani di Vicenza è spuntato un condominio multietnico. Si tratta, in real­tà, di un presepe, realizzato dai giovani della parrocchia di San Tomio (frazione di Malo). "Ogni uomo ha diritto a una casa" è lo slogan dell'allestimento che introduce all'edizione 2017 della mostra saveriana del presepio missionario in Viale Trento 119, a Vicenza.

Ogni anno arrivano migliaia di visi­tatori, singoli, comitive, par­rocchie, appassionati per visitare una rassegna che aggiunge sempre motivi di interesse e qualche sorpresa. Pic­cole, grandi opere d’arte e spiritualità, create nelle mis­sioni di 50 Paesi del sud del globo fra Africa, America La­tina, Asia, Europa dell'Est. Sono oltre 500. Tutte da am­mirare. Le spediscono a Vicenza i saveriani dagli angoli più remoti della Terra. Sono composizioni origina­li, che nascono da mani sensi­bili, artistiche. Le statuine vengono assemblate in un la­boratorio dei saveriani, in ra­dici di castagno, di pino o abete.

Il regista dell'operazio­ne è sempre p. Luciano Bicego, che ha saputo lanciare e far cre­scere un'iniziativa ormai no­ta in tutta Italia. “Riempie l'animo di stupore - dice p. Luciano - vedere come ogni popolo rappresenti la Natività con i segni del proprio vivere quoti­diano. Questa mostra vuole celebrare, nel segno di una grotta, l'incontro fra culture diverse, al di là dei muri e del­le discrimina­zioni”.

“I presepi - aggiunge p. Luciano - sono da sempre una caratteristica del mondo saveriano. Anni fa gli studen­ti si adoperavano per allesti­re, nel seminario o in qualche parrocchia, presepi di grandi di­mensioni, annunciando la Pace. P. Giacomo Peruzzo fu il primo a iniziarne uno, come solo lui sapeva fare. Poi un gruppo di ami­ci della missione allestì un presepio, accompagnando i viaggi di san France­sco Saverio nelle Indie, nel Giappone e verso la Cina. Grazie ai missionari che lavoravano in quei luoghi, cominciarono ad arrivare presepi etnici davvero belli. Da vari anni, il Gams (Gruppo amici missionari saveriani) e tante collaboratrici e collaboratori - apertissimi a nuove leve - continuano a realizzare, ad ogni Natale, la mostra saveriana del presepio missionario”.
                                                                                                      (dal Giornale di Vicenza, 9 dicembre 2017)

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.