Logo saveriani - Italia

È arrivato il momento di… ripartire

È arrivato il momento di… ripartire
Google Plus

Sono arrivato a Cagliari a fine giugno 2017, con un progetto un po’ confuso e insieme un po’ ambizioso: terminare gli studi di una ricerca, a cui ho dedicato vari anni. Si trattava di scrivere la storia della scomparsa dell’antico cristianesimo nordafricano, quello che nell’Africa romana (ora Libia, Tunisia, Algeria e Marocco) aveva dato vita a una chiesa vivace e profondamente radicata, la chiesa dei grandi martiri, di Tertulliano, San Cipriano, S. Agostino d’Ippona, san Fulgenzio di Ruspe…

È una chiesa che, pian piano, scomparve, prima con l’invasione vandalica, poi con l’incerta ripresa romano-bizantina, e infine con la conquista araba. Come mai una presenza cristiana così grande e prospera è finita per eclissarsi totalmente? Accumulavo letture, annotazioni, testi vari. Ma molto materiale mi sfuggiva... Così, quando, dopo quasi dieci anni a Da’na, è arrivato il momento di cambiare per lasciare alcune missioni alla chiesa locale e assumere nuove attività, mi è stato proposto di prendere l’occasione per terminare questi studi. Ho passato un anno a Cagliari (con una parentesi di un paio di mesi a Roma), tutto immerso in queste ricerche complesse. Certo, avrei potuto dedicarmi di più all’animazione missionaria, alla predicazione, ma non ero venuto in Italia per altro... Ora sto scrivendo le conclusioni delle mie ricerche, che spero di riuscire anche a pubblicare, perché gli studi hanno senso se servono a un bene più grande…

Ora sono al termine di questo periodo e tra poco ripartirò. Mi attende una nuova missione, a Gounou-Gaya, sempre in Ciad, ma stavolta nel paese musey, con un’altra etnia, un po’ diversa da quella masa, con la quale ho trascorso 17 anni della mia missione africana. Riparto con gioia, convinto che dove Dio mi porta, starò bene. La missione cristiana è bellezza, è servizio del vangelo, e il Signore Gesù non delude mai.
Grazie a tutti voi amici della Sardegna. Pregate per me e non stancatevi di avere fede. Dove c’è la fede, c’è la libertà.

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.