Logo saveriani - Italia

Dono e responsabilità

Dono e responsabilità
Google Plus

“Più state con noi, più vi innamorate”. Questo è l’invito di uno dei tanti giovani che lavorano nelle discariche delle periferie urbane, che anche noi possiamo accogliere. È un invito ad assumere, in ogni attività quotidiana, lo stile di presenza e di evangelizzazione di Cristo Gesù nel nostro mondo.

Per cercare risposte adeguate

Il XVII capitolo generale è stato indetto per l’inaspettata morte del superiore generale p. Luigi Menegazzo. La sua dedizione per la famiglia saveriana, la santità dei martiri e dei confratelli, rappresentano un esempio per la nostra fedeltà al carisma.

Abbiamo costantemente tenuto dinanzi a noi due domande importanti: “Quale risposta, come saveriani, diamo alla missione? Quale futuro per l’audace progetto di san Guido Conforti?”. Non offriamo risposte confezionate. Crediamo all’audacia del suo progetto. In sintonia con l’Evangelii Gaudium, rilanciamo le domande a voi, con l’intento di cercare e dare risposte adeguate tutti insieme, nel contesto specifico in cui viviamo la missione siamo arricchiti dal dono dell’interculturalità, che abbiamo sperimentato durante il Capitolo.

Coraggio ed entusiasmo

Molto tempo è stato dedicato all’ascolto delle relazioni, per comprendere meglio la realtà e le situazioni in cui ci troviamo, con le nostre potenzialità e fragilità, ricercando i segni positivi e le sfide del nostro tempo. Abbiamo valutato il cammino già intrapreso e quello da proseguire, con coraggio, entusiasmo e responsabilità.

  1. “Coinvolti nel sogno di Dio” - È Dio Padre che ci chiama a sognare, in cammino per essere missionari autentici e profetici in un mondo caratterizzato da fragilità e ricchezze, sfide e opportunità.
  2. “Identità carismatica” - Sentiamo l’esigenza di riconfermare, ancora una volta, la nostra identità saveriana, la priorità del primo annuncio.
  3. “Formazione saveriana” - Il Signore continua a benedire la nostra famiglia con nuovi giovani attratti dal carisma e dalla nostra testimonianza missionaria. Dalla qualità della loro formazione dipende il futuro dell’audace progetto.
  4. “In comunione con i laici” - Il nostro cammino missionario è fatto in compagnia dei laici e in particolare del laicato saveriano. Consacrati e laici, uniti dallo stesso ideale missionario per la realizzazione di una sola famiglia in Cristo.
  5. “Gestione: Economia e governo” - Le persone sono la risorsa principale della nostra famiglia missionaria. Siamo tutti responsabili nell’impegno di animazione e sobrietà di vita.
  6. “Missione, comunicazione e cultura” - Nella società in continuo cambiamento, ci impegniamo a essere presenti con la nostra identità saveriana nel mondo digitale, tanto frequentato dai giovani. L’incontro con culture e fedi diverse diventa per noi motivo di crescita culturale e missionaria.

Gioia ed entusiasmo, novità e fedeltà, coraggio e determinazione siano anche il nostro stile nell’annunciare il vangelo. Accogliamo l’esortazione della parola di Dio: “Siate sempre lieti nel Signore. Ve lo ripeto, siate lieti!” (Fil 4,4).

Saveriani Capitolari

Al centro p. Fernando García (vedi la presentazione di pagina 1), nuovo superiore generale. Da sinistra:

- p. Eugenio Pulcini (consigliere riconfermato), 57 anni, di Bergamo, missionario in Messico, è stato rettore della Teologia internazionale saveriana a Manila (Filippine);

- p. Fabien Kalehezo (nuovo consigliere), 38 anni, di Baraka (Congo RD), è stato vice-rettore e poi rettore della Teologia Internazionale saveriana a Manila;

- p. Mario Mula (vicario riconfermato), 70 anni, di Dorgali (NU), ha lavorato in Spagna, Italia e Colombia come animatore missionario;

- p. Javier Peguero (consigliere riconfermato), 61 anni, di Cortazar (Messico), ha lavorato nel noviziato saveriano di Salamanca in Messico, è stato missionario in Bangladesh e superiore regionale sempre in Messico.

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.