Logo saveriani - Italia

Avanti, c’è posto per tutti!

Avanti, c’è posto per tutti!

La piattaforma “social”, invece, è ormai divenuta fondamentale per costruire e facilitare le “relazioni” e creare “community”, per offrire e accogliere amicizia, oltre che per passare informazioni, immagini, video e far nascere movimenti su idee e proposte condivise. Nonostante i rischi e le difficoltà l media sono un settore di massimo interesse anche per la missione.

È qui che ci costruiamo il nostro “autoritratto”! E tutti siamo coinvolti e corresponsabili: “C’è il rischio di rimanere nella superficialità dello scambio e della relazione con gli altri, senza una vera ‘testimonianza’ e ‘annuncio’ di Gesù Cristo e dei suoi valori”, ha puntualizzato la Direzione Generale.

Anche qui diventa importante darsi alcuni “criteri” da seguire con massima attenzione, perché la deformazione di uno non deturpi il volto di tutti, e soprattutto non deformi il Messaggio.

Quel motto Confortiano “Vedere Dio, cercare Dio, amare Dio in tutto e in tutti” merita di essere applicato anche nei social media attuali e alle tecnologie che il futuro ci sta preparando.

La tecnologia è un buon posto per cercare e trovare Dio”, afferma il gesuita Antonio Spadaro su CyberTeologia. Possiamo completare: “La tecnologia è un buon posto per vivere la missione, per offrire a tutti la Buona Notizia di Cristo”.

Papa Francesco occupa questo “posto” virtuale ogni giorno e con estrema coerenza. Avanti, c’è posto per tutti.

Questo sito utilizza cookies secondo la privacy, copyright & cookies policy. Cliccando "OK" l'utente accetta detto utilizzo.